Media

COMUNICATO STAMPA – 5 GIUGNO 2019

CRISI IN REGIONE? SI TORNI A VOTARE

 
Una delle poche certezze della nostra Regione – insieme alle liste di attesa per gli esami medici sempre più lunghe e ai giovani che faticano a trovare un lavoro – è la mancanza di una maggioranza stabile e coesa in Consiglio Regionale. Ormai è sempre più evidente la debolezza delle Istituzioni e lo stallo amministrativo conseguente, mentre l’opposizione sembra incapace di andare oltre la polemica e le sterile schermaglie. L’unica via per risolvere questa crisi è mandare a casa questo Consiglio Regionale e tornare al voto.
“Vero che la nostra Regione ha problemi di governabilità, siamo convinti anche noi che servano anche delle riforme istituzionali per risolvere questa situazione – sottolinea la Segreteria regionale Sara Timpano – ma in Valle d’Aosta ci sono anche problemi di credibilità della classe politica valdostana”. Riformare la Legge elettorale, non può essere la scusa per non ridare la parola ai cittadini. Paradossale è veder proporre modifiche a una legge, appena scritta e votata quasi all’unanimità, per dare più valore al voto dei valdostani, mentre si dimostra nei fatti di far di tutto per non tornarci al voto.
Aggiungiamo il fatto che rimettere mano alla legge elettorale, dopo neanche tre mesi dall’ultima modifica, potrebbe essere l’occasione per qualcuno di tentare di eliminare alcune delle novità introdotte con le ultime revisioni, come quelle per evitare il controllo del voto e in particolare il limite dei tre mandati.
Molti consiglieri si dicono pronti a dare le dimissioni: bastano 18 firme nel giro di tre giorni. Se veramente vogliono dare la parola ai valdostani, si dimettano, a iniziare dai consiglieri della Lega che chiedono da tempo di tornare alle urne.

COMUNICATO STAMPA – 27 MAGGIO 2019

Elezioni Europee: il Partito Democratico è la seconda forza politica della Valle d’Aosta!

I numeri di queste elezioni europee sono chiari: il giorno dopo le elezioni possiamo dire che il Partito Democratico c’è, l’alternativa alla Lega siamo noi!
Per prima cosa, ringraziamo la nostra candidata Edda Crosa, il cui impegno si è trasformato in un ottimo risultato, i volontari che hanno lavorato in questi mesi e soprattutto ringraziamo i più di 8.000 elettori valdostani che hanno deciso di darci fiducia.
I risultati di ieri ci vedono come la seconda forza politica della Valle d’Aosta: sfioriamo il 22% ad Aosta, dove in alcune zone siamo sopra la Lega, e siamo secondi in tanti altri comuni della regione. E’ un risultato che ci spinge a continuare, con ancora più impegno, il lavoro di dialogo con le persone, i territori e le associazioni.
Non possiamo però nascondere che la sfida di oggi, anche in vista delle prossime elezioni comunali, è quella di contrastare la Lega di Salvini.
“Gli elettori ci hanno dato l’incarico di essere argine all’onda nera delle destre, certo però non possiamo pensare di farlo da soli – sottolinea il segretario regionale Sara Timpano – dobbiamo mettere insieme i cittadini e le forze progressiste che non vogliono fare passi indietro sui diritti e che vogliono affrontare la questione ambientale”.

COMUNICATO STAMPA – 3 marzo 2019 Affluenza Primarie 2019 – ore 13.00

In tutta la Valle d’Aosta si stanno svolgendo le Primarie del Partito Democratico, come a livello nazionale anche nella nostra regione si sta riscontrando un’ottima affluenza confermata da code di cittadini intenti a votare presso i seggi.

Alle ore 13.00 risultavano 680 votanti.
E’ possibile votare presso i seguenti seggi fino alle ore 20.00
  • Morgex Chalet Centro Anziani Piazza della Resistenza, 9
  • Saint Pierre Sala Consiglio Comunale Località Tache, 1
  • Charvensod Scuole elementari Fraz. Plan Felinaz, 3
  • Gignod Auditorium Località Roncoz 29/c
  • Aosta Saletta Hotel des Etats Piazza Chanoux, 1
  • Aosta  Sede PD Aosta Corso Battaglione Aosta, 13
  • Aosta gazebo Parco Comunale Piazza Battaglione Cervino
  • Quart   Locale delle Associazioni Località Villefranches, 1
  • Saint Vincent gazebo Piazza Cavalieri Di Vittorio Veneto Piazza Cavalieri Di Vittorio Veneto
  • Verrès  Salone de Murasse Località de Murasse, 1/c
  • Donnas   Bar La Balma Via Roma, 123

COMUNICATO STAMPA – 16 aprile 2018
Regionali 2018.

Il Partito Democratico della Valle d’Aosta comunica di aver completato la procedura per la presentazione della lista dei candidati in vista delle elezioni regionali del 20 maggio prossimo. Dopo un’attenta e seria riflessione abbiamo scelto di indicare un elenco di donne e uomini seri, attenti e capaci, che sapranno lavorare intensamente per il bene della Valle d’Aosta. Di seguito l’elenco dei 35 candidati

Di seguito l’elenco dei 35 candidati
Antonio Albace, Mauro Amadei, Edy Balme, Antonella Barillà, Souad Bengouchach, Roberta Bérard, Daniele Boero, Erika Bortoletto, Giovanni Brignoli, Alessandro Camera, Maria Agostina Cormio, Paolo Crétier, Vanessa Cro, Giuliana Ferrero, Mauro Fioravanti, Clotilde Forcellati, Biagio Fresi, Roberta Garofalo, Giovanni Germano, Vanni Ghignone, Jean-Pierre Guichardaz, Angelo Maietti, Antonino Malacrinò, Roberto Maschio, Anita Mombelloni, Michele Monteleone, Mauro Natta, Luca Peano, Rosanna Pesa, Maurizio Pitti, Giovanni Sandri, Paolo Schiavon, Nicodemo Spatari, Sara Timpano, Luca Tonino.

COMUNICATO STAMPA – 29 marzo 2018

  • Regionali 2018. Il Partito Democratico riparte dalla propria identità e dal programma.

La Direzione regionale del Partito Democratico, riunitasi nella serata del 28 Marzo, ha stabilito di presentare una propria lista di candidati per le prossime elezioni regionali del 20 di Maggio, fuori da coalizioni con altre liste. Tale indicazione è stata accolta dalla Direzione attraverso un voto a maggioranza di un ordine del giorno, che verrà presentato alla prossima Assemblea del Partito, che si terrà indicativamente il 7 Aprile prossimo. Nella stessa data si terrà una Conferenza Programmatica attraverso la quale verrà definito il programma della lista PD da proporre agli elettori in occasione delle prossime elezioni regionali.

Il PD della Valle d’Aosta ha deliberato tale indirizzo attraverso una plurale e democratica discussione interna. Le presunte spaccature interne al Partito, conseguenti al dibattito interno, non sono altro che il segno di un vivace confronto di diverse sensibilità. Il confronto, così come la capacità di prendere decisioni anche a maggioranza sono entrambe prerogative di un partito che voglia dirsi democratico.


  • COMUNICATO STAMPA – 21 marzo 2018

  • Consiglio Comunale

In riferimento agli eventi di questa mattina nel Consiglio comunale di Aosta, il Partito Democratico della Valle d’Aosta ribadisce il proprio sostegno al gruppo Consiliare PD-PSI che ha votato a favore dell’ordine del giorno sui valori della resistenza antifascista e dei principi della costituzione repubblicana. Vuole inoltre ribadire, con forza, che i valori dell’antifascismo non possono essere svenduti per ottenere consensi in campagna elettorale.


COMUNICATO STAMPA – 16 marzo 2018

  • Elezioni Regionali 2018
  • Dichiarazione del Segretario Sara Timpano
 
Il segretario del Partito Democratico Sara Timpano, in merito alle ultime notizie pubblicate sulle testate regionali in queste ore relative alle elezioni regionali, dichiara che: “Il Partito Democratico della Valle d’Aosta, attualmente, fa ancora parte della coalizione che governa la Regione. Siamo disponibili a dialogare con tutte le forze Democratiche presenti sul territorio Valdostano, a partire da Risposta Civica”.

COMUNICATO STAMPA – Direzione 12 marzo

  • Analisi dati Politiche 2018
  • Cambiamento necessario

La Direzione del Partito Democratico della Valle d’Aosta si è riunita lunedì 12 marzo 2018 per una approfondita analisi dei dati elettorali, da cui è emersa chiaramente la sconfitta e la bocciatura da parte degli elettori del progetto  presentato sia a livello nazionale che regionale: dal voto è emerso non solo un grido di protesta, ma una forte esigenza verso il cambiamento. Molto probabilmente sta finendo un’epoca che non tornerà più. Da qui sorge la necessità di ripensare cosa sia e cosa debba fare il Partito Democratico. Per iniziare a dare una risposta la Direzione ha deliberato di definire il programma per le prossime elezioni regionali in una Conferenza programmatica, da realizzare attraverso un percorso condiviso ed unitario di tutte le componenti con il coinvolgimento degli iscritti e degli elettori sia nei circoli che nella sessione plenaria della conferenza.